Manuela Cardarelli (Legambiente)

MATTER OF  TIME – Spiagge e fondali puliti, intervista a Manuela Cardarelli (Legambiente)

Questo week-end si terrà l’appuntamento annuale di “Spiagge e fondali puliti”, un’iniziativa, promossa da Legambiente, volta a sensibilizzare l’opinione pubblica rispetto alle tematiche legate allo smaltimento sconsiderato di rifiuti nei nostri mari.

Anche il Molise fa la sua parte, infatti già da questa mattina la sezione regionale dell’associazione ambientalista, in collaborazione con la compagnia di navigazione Guidotti Ships Srl, ha provveduto alla pulizia di una porzione dello specchio d’acqua del porto di Termoli.

Un sub dei Servizi Marittimi s.a.s.ha tirato su di un destriero navale diversi rifiuti che erano accumulati sul fondale del molo, tra cui anche un enorme pneumatico che, a giudicare dalle condizioni, doveva essere lì già da qualche tempo.

Manuela Cardarelli, presidente di Legambiente Molise, descrive così le intenzioni dell’organizzazione…

«Oggi siamo qui per parlare della nostra campagna “Spiagge e Fondali Puliti”, una campagna che cerca di sensibilizzare i cittadini sui rifiuti trovati sulle nostre spiagge e nei nostri mari.

Siamo qui anche per presentare il nostro dossier “Beach Litter”, per il quale i nostri volontari hanno lavorato sulla spiaggia di Rio Vivo a Termoli analizzando i rifiuti presenti insieme ai ragazzi del “Fridays for Future”. I rifiuti trovati sono per la maggior parte in plastica: arriviamo a oltre l’80% di plastica trovata, come il polistirolo, o i Cotton Fioc, il vetro e anche, e soprattutto, la plastica monouso. Da qui diamo un plauso all’Unione Europea, perché dal 2021 saranno messe al bando la produzione e l’utilizzo della plastica monouso, questione importantissima per tutelare i nostri mari e l’ecosistema marino.

Il problema dell’inquinamento in mare è diventato ormai un problema da prendere in considerazione e da risolvere. Con questa iniziativa abbiamo voluto sensibilizzare tutti, dai bambini fino al passante che si trovava oggi qui al porto di Termoli. Di certo bisogna anche stare attenti, quotidianamente, ai nostri gesti: non bisogna buttare i rifiuti a terra, oltre che fare attenzione alla raccolta differenziata. Un appello specifico va a tutte le amministrazioni per aumentare la qualità della raccolta differenziata. Ormai si fa quasi in tutti i paesi, però è importante aumentarne la qualità, in modo tale da evitare la quantità di rifiuti in discarica e promuovere quella che è l’economia circolare: ovvero la realizzazione di prodotti riciclati. E’ anche importante tener conto della depurazione effettiva e ottimale, perché i Cotton Fioc che si trovano in mare non sono frutto di un utilizzo del cittadino, ma sono il frutto di una cattiva depurazione e anche del fatto che il cittadino utilizzi il water come pattumiera, e questo è assolutamente sconsigliabile»